La Rotta di Darwin da Punta Arenas con Australis

Roma, 4 novembre 2017 – Viaggiare fino ai confini del mondo in un’entusiasmante traversata a bordo della Stella Australis dalla quale si avrà l’opportunità unica di osservare la natura e la fauna selvatica è una esperienza che coinvolge tutti i nostri sensi. Scoprire il mitico Capo Horn, i ghiacciai, la Baia Wulaia, i pinguini di Magellano dell’Isola Magdalena, e vivere un’indimenticabile esperienza a bordo di una nave da crociera di spedizione progettata per unire il fascino del viaggi di spedizione al comfort di una nave da crociera.

Punta Arenas

La nostra avventura inizia da Punta Arenas città del Cile meridionale e capitale della Regione di Magellano e dell’Antartide Cilena. Situata nella penisola di Brunswick, Punta Arenas è una delle città più popolate della Patagonia. Fondata dal governatore José de los Santos Mardones che decise di spostare la popolazione di Fuerte Bulnes trentasei miglia più a nord, dove sarebbe stato più facile reperire acqua ed avere più spazio per lo sviluppo abitativo e godere di un clima più secco e caldo in estate. Si fa per dire, visto che la temperatura media massima in estate è 15 gradi e la minima 6 gradi. Da qui inizia la nostra avventura ai confini del mondo. Dopo un cocktail di benvenuto con il Capitano e il suo equipaggio la nave salpa per la rotta che ci condurrà, passando attraverso il mitico Stretto di Magellano e il Canale di Beagle, lungo le coste della Patagonia e della Terra del Fuoco in un’esperienza memorabile che rimarrà indelebile nella nostra mente.

Punta Arenas

Baia Ainsworth – Isolotto Tuckers

Alle prime luci del giorno, il magnifico paesaggio del Fiordo Almirantazgo e il punto di approdo nella Baia Ainsworth ci svela il suggestivo scenario del ghiacciaio Marinelli e della Cordigliera di Darwin, aprendo un sipario sullo spettacolo della vita che rinasce con il ritiro dei ghiacci. Immersi nel seducente bosco subantartico facilmente ci si può imbattere in una diga di castori e, sulla spiaggia o nell’isola, spesso ci si possono avvistare elefanti marini del Sud America, un incontro non facile visto che la colonia si sposta di continuo. L’avventura continua alla scoperta della fauna dell’Isolotto Tuckers con i suoi cormorani e pinguini di Magellano che popolano numerosi l’isolotto. Per chi sceglie questo itinerario nei mesi di aprile e settembre l’itinerario seguirà una rotta diversa con uno sbarco nella Baia di Brookes alla scoperta delle bellezze del vicino ghiacciaio.

Baia Ainsworth

Ghiacciaio Pia – Via dei Ghiacciai

Il terzo giorno si naviga lungo il braccio nord-est del Canale di Beagle per entrare nel Fiordo Pia. Si sbarca in prossimità del ghiacciaio Pia godendo di uno spettacolo naturale che, dalla catena montuosa da cui ha origine, si estende imponente fino al mare. Rapiti dall’incanto del paesaggio continuiamo la nostra avventura sotto lo sguardo maestoso dell’ “Avenida de los Glaciares” (Via dei Ghiacciai).

Ghiacciaio Pia

Capo Horn – Baia di Wulaia

Facendo rotta dal Canale di Murray si giunge alla Baia di Wulaia, territorio in cui storicamente risiedevano le maggiori colonie di indigeni Yamanas e in cui Charles Darwin sbarcò a bordo del HMS Beagle nel 1833. Paesaggi di ineguagliabile bellezza per vegetazione endemica e morfologia che ci immergeranno nel bosco di Magellano per condurci a un punto di osservazione da cui si potrà godere di una vista mozzafiato.

Da qui il viaggio prosegue attraversando la baia di Nassau per arrivare al Parco Nazionale di Capo Horn. Scoperto nel 1616, il mitico Capo Horn è un promontorio di rocce scoscese con un picco massimo di circa 425 metri, importante punto di riferimento nella storia della navigazione per i velieri in rotta tra il Pacifico e l’Atlantico. Noto come il “finis terrae” per antonomasia, Capo Horn è Riserva della Biosfera. Qui la possibilità di sbarco dipenderà dalle condizioni meteorologiche spesso avverse.

Capo Horn

Ushuaia

Ushuaia, è la città più a sud del mondo e la più importante città argentina nella Terra del Fuoco e dista circa 3000 km da Buenos Aires. L’arrivo della Stella Australis è previsto intorno alle ore 08:00, e mentre gli altri passeggeri che terminano il loro itinerario di quattro giorni, noi andiamo alla scoperta della città.

Situata ai bordi del canale di Beagle e circondata dai monti Martial, offre un paesaggio unico in Argentina, la combinazione di montagne, mare, ghiacciai e boschi. Da visitare il Museo della fine del mondo situato in una costruzione del 1902, che conserva interessanti opere d’artigianato degli indiani Ona, i resti di naufragi, documenti e foto riguardanti la storia della regione. Da segnalare la visita al Museo Marittimo installato nell’antico carcere, una delle prigioni più famose della storia argentina, e l’escursione con il Tren del Fin del Mondo che percorre uno dei sentieri utilizzati dai carcerati decine di anni fa per rifornirsi di legna attraverso i boschi centenari. Ad ovest della città si trova il Parco Nazionale Lapataia, una riserva vergine dove si può passeggiare nella foresta di faggi australi e incontrare un numero sorprendente di castori dediti a costruire le loro dighe.

Nel tardo pomeriggio si salpa per la rotta che ci condurrà, passando attraverso il mitico Stretto di Magellano e il Canale di Beagle, lungo le coste della Patagonia e della Terra del Fuoco in un’esperienza memorabile.

Ushuaia

Capo Horn – Baia di Wulaia

Navigando lungo il Canale Murray e la Baia di Nassau, si giunge al Parco Nazionale di Capo Horn dove si sbarcheremo, sempre che le condizioni atmosferiche lo consentano. Il mitico Capo Horn fu scoperto nel 1616 ed è un promontorio a strapiombo con un’altezza di 425 metri. Per anni ha rappresentato un’importante rotta per i velieri che navigavano tra il Pacifico e l’Atlantico. Conosciuto come “la fine del mondo”, fu dichiarato Riserva Mondiale della Biosfera nel 2005.

Nel pomeriggio si barca alla Baia di Wulaia, luogo storico che ha ospitato uno tra i maggiori insediamenti dei nativi canoisti Yàmanas. A bordo dell’HMS Beagle, Charles Darwin sbarca in queste regioni nel 1833. Questi luoghi offrono panorami di grande bellezza per la vegetazione e la conformazione geografica. Giungeremo a un punto panoramico camminando attraverso il bosco australe ricco di faggi neri, faggi australi, cortecce di Winter e felci tra le varie specie.

Baia di Wulaia

Fiordo De Agostini e Ghiacciaio Àguila

Navigando per i Canali di Brecknock, Ocasión, Cockburn e Magdalena, ci si addentra nel Fiordo De Agostini, un’esperienza di grande suggestione nel cuore della Cordigliera di Darwin da cui nascono ghiacciai che si estendono fino al mare. Una volta giunti in prossimità del ghiacciaio Àguila si sbarcherà dai gommoni per una camminata sulla spiaggia. Da qui, si raggiungerà le pendici inferiori del ghiacciaio per osservare come il bosco freddo-umido patagonico è testimone del lento lavorio dei ghiacci nel plasmare l’intero paesaggio circostante.

Ghiacciaio Àguila

Isola Magdalena – Punta Arenas

L’Isola Magdalena, nello Stretto di Magellano, era un punto di approdo obbligato per il rifornimento di antichi navigatori ed esploratori, e sarà la prima sosta del mattino. Camminando verso il faro dell’isola si potrà ammirare le colonie di pinguini di Magellano. La possibilità di sbarco dipenderà dalle condizioni meteorologiche. Viaggiando nei mesi di aprile e settembre l’itinerario seguirà una rotta diversa con uno sbarco sull’Isola Marta alla scoperta delle colonie di leoni marini a bordo dei gommoni Zodiac. La nostra avventura australe si concluderà con, sbarcheremo a Punta Arenas alle ore 11.30.

Isola Magdalena

Stella Australis

Sulla nave da crociera Stella Australis si potrà degustare vini e godere di specialità culinarie eccezionali durante la tua avventura in Patagonia nazionali e internazionali. La nave è dotata di spaziose cabine con ampie vetrate per l’osservazione, un’accogliente zona soggiorno unita alla cordialità di un personale di bordo sempre attento alle necessità degli ospiti per rendere unica questa vacanza in ogni aspetto. I Lounge creano un’atmosfera perfetta per fare conoscenza con ospiti provenienti da tutto il mondo.

La crociera “La rotta di Darwn da Punta Arenas a partire da 2.592 dollari.

ABOUT THE AUTHOR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatti

Roma, Italia
Email: redazione@lesignoredeimari.it

Flickr

    Newsletter

    Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per assicurarti la migliore esperienza di navigazione e per inviarti messaggi pubblicitari personalizzati. Per informazioni dettagliate sulla tipologia ed impiego vai su “Privacy Policy”. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.