CVI Group acquista degli asset della defunta Cruise & Marittime Voyages

Roma, 28 agosto 2020 – Secondo quanto riportato da Sky News alcuni degli asset della compagnia Cruise & Maritime Voyages sono stati venduti a CVI Group che hanno acquistato elementi dell’azienda, inclusi database dei clienti, siti Web e proprietà intellettuale, secondo gli amministratori fallimentari Duff & Phelps.

Le società consorelle South Quay Travel & Leisure, Independent Coach Travel e Viceroy che controllavano CMV hanno chiuso a giugno, insieme agli uffici di vendita internazionali in Australia, Francia, Stati Uniti e la TransOcean Kreuzfahrten in Germania.

Secondo quanto dichiarato da Paul Williams, amministratore congiunto di Duff & Phelps, “abbiamo lavorato duramente da quando siamo stati nominati per garantire una vendita dell’attività e dei beni delle Società. Purtroppo, dato l’impatto devastante della pandemia globale sull’intero settore dei viaggi, con un focus sul settore delle crociere di piacere, questo non è stato possibile in questo caso. Tuttavia, credo fermamente che questa vendita di attività non solo rappresenti il ​​miglior valore per i creditori delle società che è stato possibile ottenere in condizioni di mercato difficili, ma offra anche l’opportunità a CVI, attraverso il suo proprietario Christian Verhounig, di continuare a perseguire opportunità di finanziamento per potenzialmente rilanciare le operazioni di crociera uniche di Cruise & Maritime Voyages per i suoi clienti dedicati in futuro.”

Christian Verhounig non e altro che il vecchio amministratore delegato di CMV e ora il proprietario di CVI, che ha dichiarato “la pandemia globale ha avuto un impatto devastante sulle crociere e sui viaggi marittimi, un tempo fiorenti, in espansione e redditizi. Avendo sviluppato un marchio molto amato negli ultimi dieci anni e un prodotto di nicchia estremamente popolare, siamo stati semplicemente sopraffatti dall’effusione di sostegno e lieti di rilanciare l’attività. Questa approvazione in tutto il settore e la base di clienti è stata una ricca fonte di incoraggiamento e insieme al mio precedente team di gestione, stiamo lavorando duramente per colmare l’enorme divario di mercato liberato dall’insolvenza prematura di Cruise & Maritime Voyages.”

CMV si è trovata al centro di una fila di rimpatri che coinvolgeva centinaia di membri dell’equipaggio prima del suo crollo, come molte compagnie, proprio quando stava cercato capitali da potenziali investitori per rimanere a galla. Alcuni membri dell’equipaggio provenienti dall’India e da altri paesi asiatici erano rimasti a bordo per più del limite legale di 11 mesi, ma non sono stati in grado di tornare a casa a causa delle restrizioni ai viaggi internazionali derivanti dalla crisi COVID-19. Da qui, cinque membri della sua flotta erano stati arrestati dalla Maritime and Coastguard Agency (MCA) il mese scorso a seguito di denunce di ritardi di pagamento e contratti scaduti.

“L’acquisizione delle attività commerciali del Regno Unito rappresenta un primo passo positivo e crediamo dimostri il nostro fermo impegno e ottimismo a tornare molto più forti e a lavorare a fianco dei nostri fedeli fornitori e creditori per contribuire anche a mitigare l’impatto della pandemia”, ha affermato Verhounig.

Questo non significa che i clienti CMV le cui prenotazioni sono state cancellate a causa dell’amministrazione controllata della società potranno ottenere da CVI quanto perso. Ma dovranno continuare a chiedere un risarcimento attraverso il processo di reclamo esistente.

L’amministrazione di CMV non includeva la sua flotta di navi che non era di proprietà.

ABOUT THE AUTHOR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatti

Roma, Italia
Email: redazione@lesignoredeimari.it

Flickr

    Newsletter

    Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per assicurarti la migliore esperienza di navigazione e per inviarti messaggi pubblicitari personalizzati. Per informazioni dettagliate sulla tipologia ed impiego vai su “Privacy Policy”. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.